Vai al contenuto

Due letture delle bozze – “Passeggiata nella notte”

Scritto da:

mokanautilus

Luana Albergo 

Di getto: sensazione di disagio fin da subito nel percepire la situazione della protagonista; questa sensazione ti tiene legata fin da subito al lavoro perché si percepisce il tentativo continuo di affrancarsi e liberarsi da un passato complesso di manipolazioni e condizionamenti… bellissima e realistica la rappresentazione della Villa e dei suoi abitanti, ma ancor di più del giardino, come embrione di possibile libertà…tutto il lavoro è permeato da questa sensazione di angoscia che culmina con la passeggiata finale tra lei e il marito che fa pensare all’esito finale di classica violenza sulle donne. Bellissima invece la scena finale dall’esito assolutamente inaspettato. Anche la figura della vicina greca rimanda ad altre solitudini e sofferenze ma molto centrata e poetica. Ottima conoscenza delle dinamiche umane descritte. Molto consigliato!


Fiorella Malchiodi Albedi 

Sofia è riuscita a ritagliarsi uno spicchio di vita autonoma con grandi difficoltà, ostacolata dal marito, da cui è separata ma che non si arrende alla fine del loro rapporto, dai figli, che vorrebbero riunire la famiglia, incapaci di comprendere i sentimenti della madre, ma soprattutto dai suoi sensi di colpa. Finché un episodio doloroso e inaspettato sembra far vacillare il difficile equilibrio raggiunto e sembra rimettere tutto in discussione. Sofia, nella sua nuova solitudine di donna separata, troverà aiuto e conforto solo nella sua vicina di casa, Xenia, un personaggio enigmatico di cui non sa nulla. Un finale inaspettato scoprirà le carte e farà cadere le maschere.
Elena Marino segue le vicende di Sofia scandagliandone minuziosamente i sentimenti, con la precisione di un settore anatomico. La prosa è ricca e densa, ma mai ridondante. È un libro sulle solitudini e sulle debolezze, palesi o nascoste, e sulle colpe dei padri che ricadono sempre sui figli.
Fiorella Malchiodi Albedi

Partecipate attivamente alla costruzione e al destino di questo romanzo. Pre-ordinate, leggete e commentate le bozze, coinvolgete altri. È quasi come andare a teatro.
Pre-ordina / leggi sinossi e anteprima

Articolo precedente

Un pezzo

Articolo successivo

Prenotare

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *