Se non ci fossero le nuvole e il cielo

Se non ci fossero le nuvole e il cielo

se alzando lo sguardo non vedessi niente di diverso

se fosse uguale ciò che è sopra a ciò che è sotto –

non ho memoria di esseri umani per le strade

ormai è tant’anni

gli istanti in cui esplodeva un sogno nel silenzio

strappi tra le mani e i corpi arrotolati a

cercarsi

toccavamo l’erba la lingua assaggiava

il sudore, conoscevamo il molto grazie al nostro poco

eravamo felici, alcuni istanti, tu lo ricordi? –

se le nuvole sparissero e con esse il cielo, se guardando

in alto non ci fosse che basso

non ci fossimo che noi

senza nient’altro

se scolorassimo perpetuamente dentro di noi

colore unico

come un artefatto

senza più sponde né ostacoli

che esplode di solitudine

e di questa stanchezza

se non ci fosse che questo

come in fondo a un romanzo fin troppo lungo

un unico punto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *