Illustrazione del microracconto "Dal Diario mai scritto di Bernard Palissy"

Microracconto: “dal Diario mai scritto di Bernard Palissy”

Mi chiesero di progettare una città, la città più sicura di tutte, per proteggerci di fronte all’arrivo dei nemici, dei barbari, della fine della storia. Andai sull’arenile, dove avevo già trovato molte volte l’ispirazione. Vidi una conchiglia, un bellissimo nautilus, e subito mi apparve chiaro che si trattava …

LeggiMicroracconto: “dal Diario mai scritto di Bernard Palissy”

La spinta verso il chiarore

La spinta verso il chiarore vuoto dell’ariaun frullare d’intenzioni d’un trattolibertà d’istante nello slancioil volo.Tutto era narrare e non c’era alteritàun ciuffo di cuore battente la radice d’erica il pensiero.Amare è verbo comprendere non c’è sorte migliorela fine della guerra.

Laterale

Un salto laterale ed è sera oggi era la normale routine poi d’un tratto ho dimenticato tutto, si è fatto bruno e d’oro un dettaglio, e si è incagliato nel marmo un pezzo di muro scaldato dal sole. Ieri era oggi con una patina opaca era tutto nella …

LeggiLaterale

Voce

Apri la bocca e urli dentro scatole di cartone dentro la rocciadi un enorme orecchio ti hanno imprigionato e distaccato pezzoper pezzo la voce dalla gola ora non sai piùascoltare e percepire davvero questa che dovresti essere tu.Ritenti, butti guaiti, lanci aforismi, ti fermiaffannataaffamataaffrantaaffilatala ricerca è ancora lunga, …

LeggiVoce

Sfinita

Sono sfinitanon riesco più a ribellarmi a nientel’accettazione è il limite estremodell’estrazionedi se stessi dall’ammassova bene tutto, sia ciò che voleteo non volete, è indifferenteperché forse l’unico altroveè il non-giocose si puòci si astiene.

Lo sguardo delle nuvole

Lo sguardo delle nuvoleè una cosa che non esiste.Tu inventi espressioniper raccontare il tuo niente.Sarebbe meglio cercaredi comprendere cosa siaquesto raccontare che tuti ostini a farecome fosse l’unica salvezza possibileda quando ti sei accorta di essere al mondo.Sei al mondocome il mondo è a tesguardo che rimbalzae compenetra.Il …

LeggiLo sguardo delle nuvole

Gru

La gru che pende sopra le casecome una domandainfilata ferrea dentro la carne del cieloda giorni e giorni in attesadi costruire. Mi dà speranzacome se ancora le cose potessero cambiaree pur crollando ricomparire nuove.La guardo quandouna stolida stanchezzasvuota tuttodalla finestrae penso che dall’alto, da quelcestino di ferro costruito …

LeggiGru

E quando ci fu luce

E quando ci fu luce udimmo lo schianto. Ascoltammo crollare ogni cosa con il suo ritmo crollando s’illuminava di pazienza spezzata, di gloria posticipata sempre di agonia infine liberata, come un gemito. La luce s’aprì in due parti, si divise fra il nostro guardare e il nostro non …

LeggiE quando ci fu luce

Attendere

…o attendere, ti componi d’attesa attendi senza fondo deraglia lo spalanchìo del verrà ci sarà farà, questo futuro che s’ingorga dentro gola umana mischiato a gorgoglii tutto un vorticare rumoroso di mancanze assenze vuoti da riempire o attendere (la pancia vuole!) che smuore il vuoto lo sai il …

LeggiAttendere